Pubblicato in: visite

Azienda Agricola Zeni e il Teroldego

Il Teroldego è definito il vino principe del Trentino, ma è un vitigno poco valutato, soprattutto fuori regione, che meriterebbe più visibilità per la sua struttura la sua potenzialità e longevità, ma che forse ora, grazie a dei giovani produttori che hanno capito la forza dell’unione e di un cammino comune nella comunicazione, si sta rivalutando.
Sono a Grumo San Michele per conoscere la cantina Zeni gestita da Roberto e dal fratello Andrea che produce vino bianco, rosso e spumante.

Ha una lunga storia iniziata nel 1882 con la produzione e la vendita a mescita, nella propria osteria, di Teroldego dal vigneto in località Pini, con la successiva bonifica della Piana Rotaliana che da palude e deposito di detriti del fiume Noce è passata a terreno ideale per la vigna ed in particolare per il Teroldego, la famiglia Zeni acquista ulteriori terreni. Più recente è invece l’acquisizione di Maso Nero sito sulla collina dei Sorni, luogo ideale per la produzione del Trento Doc metodo classico, dei bianchi e del Ternet, Teroldego che pur non rientrando nella zona doc ha caratteristiche straordinarie tanto da ricevere ottimi punteggi nelle guide specializzate.
È Rudy giovane produttore, figlio di Roberto ed enologo nell’azienda ad accoglierci e spiegarci in maniera più che esaustiva e con la passione che solo chi ama il proprio lavoro sa comunicare, la sua storia…
Parliamo dell’azienda che ha sempre saputo rinnovarsi in base ai gusti dei clienti mantenendo sempre un unico denominatore: QUALITÀ ,
qualità nei trattamenti con una certificazione biologica,
qualità con basse rese per un'uva più concentrata,
qualità in cantina selezionando le vigne e creando prodotti adatti a gusti differenti che vanno dal vino con buona bevibilità da pasto a quello più complesso ottenuto con leggera surmaturazione e aggiunta di uve appassite…
Dei giovani viticoltori che come lui credono nel vitigno Teroldego i “Teroldego Boys” …
Della loro produzione con le tre linee:
Zeni con la linea classica e riserva
Schwarzhof con il Ternet e Gewürztraminer
Maso Nero con la linea spumanti: dal Martinotti con uva Nosiola “Arlecchino” al metodo classico con la Riserva 100% Chardonnay, il Rosè 60% Chardonnay 40% Pinot Nero, e Dosaggio Zero 100% Pinot Bianco…
La degustazione prevede il Teroldego in tre diverse espressioni:
ALBERE Teroldego 2016 Zeni
Colore porpora vivace, i profumi delicati, il sorso morbido e tannico lascia su una persistenza fruttata.
PINI Riserva 2013 Zeni
Profumi complessi e fini con note fruttate da ciliegia,mora e piccoli frutti, note tostate, vanigliate e floreali. Il sorso è elegante e pieno, avvolgente e lungo. Riposa 2 anni in barrique
TERNET 2015 Schwarzhof
Colore rubino, profumi netti fruttati floreali e spezie. In bocca è potente in freschezza e tannicità equilibrato da una buona morbidezza, lunga la persistenza fruttata. Fermentato in tini passa un anno in carati di legno.
Questi teroldego mi convincono e molto… soprattutto il Ternet
Altra scommessa di Rudy è il birrificio artigianale “Nero Brigante” mentre le vinacce le distillano nella loro distilleria per la produzione delle grappe ma anche di acquavite di frutta.
http://www.zeni.tn.it/

Autore:

Quando il vino diventa passione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...